menu
it / en / fr

Storia

 

2017

Con quasi 25.000 associati, la Chaîne des Rôtisseurs è un'associazione internazionale di gastronomia attualmente attiva in più di 80 paesi, che comprende appassionati accomunati dagli stessi valori di qualità, alta cucina, incentivazione delle arti culinarie e piaceri della tavola. La nostra associazione è consacrata alla promozione e valorizzazione da parte di principianti e professionisti di tutto il mondo - albergatori, ristoratori, executive chef o sommelier - della cucina raffinata.
image
image

 

2008

La Chaîne des Rôtisseurs decise di assumere un nuovo ruolo attivo e positivo nel settore alimentare allargando il suo ambito di attività, oltre a ristoranti e hotel, fino a racchiudere anche la "cura degli altri e la condivisione". Il 2 gennaio 2008, la Chaîne des Rôtisseurs registrò ufficialmente un'associazione benefica, la "Association Caritative della Chaîne des Rôtisseurs" presso la Prefettura di Parigi. Ciò rese possibile il lancio di programmi nel settore dello sviluppo sociale allo scopo di alimentare e migliorare le condizioni di vita delle persone bisognose, in particolare bambini.

1963

L'Ordre Mondial des Gourmets Dégustateurs (OMGD) è una sezione specifica della Chaîne des Rôtisseurs, specializzata in vini, distillati, liquori e bibite artigianali. Fu fondata a Parigi il 2 settembre 1963 ed è parte integrante della Chaîne des Rôtisseurs. Il suo obiettivo è promuovere la cultura, l'apprezzamento e la conoscenza dei vini raffinati, dei liquori di qualità, di birre e acque minerali provenienti da tutto il mondo.

1950

La Chaîne des Rôtisseurs rimase pressoché dimenticata fino al 1950, quando Jean Valby, insieme ai gastronomi Curnonsky (eletto Principe dei Gastronomi) e il dott. Auguste Bécart, e i professionisti Louis Giraudon e Marcel Dorin, fu il fautore della rinascita in tutta la sua forza dell'associazione, grazie alla fondazione della Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs.

1793

La Confrérie des Rôtisseurs coltiva e sviluppa da oltre quattro secoli le arti culinarie. Rispondeva a tutti i requisiti di professionalità richiesti dalla "Royal Table", fino al 1793, anno in cui il sistema delle corporazioni fu soppresso durante la Rivoluzione Francese.

1610

Creazione dello stemma: In principio conteneva due spiedi incrociati e quattro lardellatori al centro, circondati dalle fiamme del focolare. Nella versione attuale, lo scudo storico è circondato da fleurs-de-lis e da due catene, tra le quali è scritto il nuovo nome dell'Associazione. La catena interna rappresenta i soci professionisti, mentre la catena esterna simboleggia i soci non professionisti.

1509

Durante il regno di Luigi XII, l'ambito della corporazione fu ampliato fino a includere la preparazione di altre carni e pollame, selvaggina compresa, e prese il nome di "Rôtisseurs".

1248

Luigi IX, il Re francese in seguito canonizzato San Luigi, ordinò l'istituzione di varie corporazioni professionali, compresa quella degli "Ayeurs" o "goose roasters". L'obiettivo della corporazione era migliorare la conoscenza tecnica dei suoi soci: apprendisti, commercianti e maestri.